I Social network in Italia - Un 2017 di crescenti opportunità per le aziende
13965
post-template-default,single,single-post,postid-13965,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

I social network per le aziende – Italia 2017

I social network sono entrati nella vita delle persone e delle aziende con una velocità e una forza d’impatto che non si può paragonare a nessun altro tipo di strumento di comunicazione.

E non sono arrivati da soli, ma sostenuti nella loro crescita e utilizzo da uno strumento fisico che si è impadronito di innumerevoli funzioni di intermediazione: lo smartphone.

Facebook, capostipite e tuttora leader di un’ampia schiera di social network, è stato fondato nel 2004, mentre il primo Iphone è nato nel 2007. Oggi smartphone e social network sono un binomio indivisibile con cui le persone interagiscono e che offre significative opportunità ancora, spesso, non comprese e sfruttate.

Secondo la ricerca pubblicata da Blogometer il 29 marzo 2017 i social network assorbono quantità di tempo consistenti nella vita degli italiani e assumono, per milioni di persone, uno spazio di esistenza non dissimile dai luoghi fisici che occupiamo e che riconosciamo come “nostri” e “intimi”.

L’esistenza digitale, per gli italiani, è rappresentata massimamente da Facebook, che l’84% del campione degli italiani coinvolti nella ricerca dichiara di utilizzare più volte al giorno. Seguono Youtube, utilizzato più volte al giorno dal 57% del campione e Instagram, con il 40% di utilizzo almeno una volta al giorno.

social-utilizzo-italia

In termini più ampi possiamo inoltre citare un’altra ricerca pubblicata in collaborazione da wearesocial e hootsuite in cui si evidenzia una crescita generale degli utenti internet in Italia e nel mondo. Se oggi nel mondo sono connessi a internet 3,7 miliardi di persone, nel nostro paese si registra una crescita del 4% rispetto al 2016 e un tasso di connessione del 66% pari a 39,21 milioni di persone.

Ancora più significativa è la crescita dell’uso del social media, che con un incremento sul 2017 dell’11% raggiunge il 52% della popolazione italiana, pari a 31 milioni di persone.

social-network-italia-2017

Notizie interessanti, anche se prevedibili, si hanno anche sul fronte della modalità utilizzata per la fruizione di contenuti su internet: mentre la percentuale di persone che accedono alla rete da un computer è scesa del 14%, compie un notevole balzo in avanti la quota di chi si connette con una altro apparecchio. Il traffico su smartphone cresce del 44%, quello da tablet dell’8% e altri dispositivi, come le smart tv o le console, vedono un incremento del 24%, pur continuando a rappresentare una quota davvero marginale sul dato complessivo.

internet-device-2017-italy

Italiani sempre più connessi, sempre più attivi sui social network e sempre più pronti a dedicare la propria attenzione e il proprio tempo alla rete su ogni supporto disponibile.

Se in Italia il tempo dedicato mediamente all’utilizzo di Internet tramite computer, smartphone e gli altri supporti è pari a 6 ore e 10 minuti al giorno, l’utilizzo di internet tramite smartphone è, in media, pari a 2 ore e 8 minuti, mentre ai vari social network, cumulando ogni dispositivo, vengono quotidianamente dedicate 2 ore esatte.

Se rapportiamo questi valori di con le 2 ore e 25 minuti che mediamente ogni italiano dedica tutti i giorni davanti alla televisione, capiamo la dimensione del fenomeno.

2017-digital-yearbook-italy-time-spent-with-media

I dati medi hanno però sempre bisogno di qualche approfondimento. L’età anagrafica segna differenze significative nell’uso dei social network. La fascia di età in cui molti italiani sono più coinvolti dai social network è quella tra i 18 e i 34 anni. Proprio in questa fascia più giovane il 28% del campione di ricerca utilizza 7 o più canali social.

Il 45%, ossia la maggioranza relativa degli italiani, gestisce da 4 a 6 social network, mentre solo il 27% si limita a utilizzare tra 1 e 3 social network e in questo gruppo meno attivo si concentrano uomini e donne tra i 45 e i 64 anni.

Forse l’idea che un comune utente possa utilizzare 7 o più piattaforme social può sconcertare, ma è necessario chiarire che in questo calcolo rientrano anche le piattaforme di messaggistica, come WhatsApp e Messenger, ma anche canali che evidenziano un’utenza soprattutto saltuaria. Ad esempio, Google+ per i social “da condivisione” e Skype per quelli “da comunicazione” rivelano un minore attaccamento degli utenti, che dichiarano di farne un uso sporadico per il 40% dei casi.

social-utilizzo-italia

 

Le ricerche prese in considerazione rivelano un quadro intuibile già dall’esperienza quotidiana di ciascuno, ma che supportato da dati oggettivi assume maggiore interesse.

Gli italiani sono sempre più connessi, sempre più interessati e assorbiti da quanto avviene in Internet e fanno uso dello smartphone e dei social network con crescente disinvoltura. Giovani e adulti amano condividere e interagire socialmente tramite lo smartphone, soprattutto dove risulta più facile e intuitivo fruire di contenuti legati ai propri interessi.

Ultima considerazione sulla quantità di tempo dedicata a fruire di contenuti in rete. Social network e smartphone hanno ormai raggiunto la cara vecchia televisione, ma forse l’intimità e la prossimità fisica con il proprio smartphone rendono questo strumento ancora più efficace. Un dato che sembra confermato anche dagli investimenti pubblicitari, che sul web continuano a crescere.

No Comments

Post A Comment

css.php